Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Il simple present di "to have"

 Il verbo avere, in lingua inglese, può essere o meno utilizzato con il significato di possedere (e in questo caso abbinato al participio passato "got"). Si tratta di un verbo di stato che, salvo rare eccezioni, non può essere utilizzato in forma progressiva. "Have", inoltre, può essere utilizzato nelle forme composte e come ausiliare del verbo principale, come accade con il verbo "to be".

Spiegazione grammaticale

Present simple “to have”

Il verbo “to have” è senza ombra di dubbio uno dei più largamente usati nella lingua inglese. Esso viene tradotto con l’italiano “avere”, anche se il suo uso non si limita a questo significato nello specifico; infatti, “to have” può essere utilizzato come verbo principale di una frase o come verbo ausiliario.

Cominciamo a vedere come si coniuga il verbo “to have” al present simple:

I have

You have

He/she/it has

We have

You have

They have

Notiamo, quindi, che ad eccezione delle  terze persone singolari he, she e it, tutte le altre rimangono uguali alla forma infinitiva del verbo.

Nella formulazione delle frasi, il “to have” usato come verbo principale si comporta esattamente come tutti gli altri verbi inglesi. Vediamo di seguito, nel rispettivo ordine, esempi di frasi affermative, interrogative, negative e interrogative negative:

She has five brothers. It’s a nightmare.(Ha cinque fratelli. E’ un incubo.)

Do you have any advice? I really don’t know what to do. (Hai qualche consiglio? Non so davvero cosa fare.)

She doesn’t have enough money to come to Paris with us. (Non ha abbastanza soldi per venire a Parigi con noi.)

Don’t you have a job to do? Stop wasting your time! (Non hai mica un lavoro da svolgere? Smettila di perdere tempo!)

Molto importante è notare che spesso il verbo “to have” è seguito dalla particella “got” (participio passato di “to get”), che viene spesso aggiunta, nonostante essa non cambi in alcun modo il significato del verbo. Si può dire quindi:

You have five minutes, then I’m out. (Hai cinque minuti, poi me ne vado.)

 You’ve got five minutes, then I’m out. (Hai cinque minuti, poi me ne vado.)

Entrambe le versioni sono grammaticalmente corrette, e non differiscono assolutamente nel significato. L’unica osservazione che può essere fatta a riguardo è che, mentre nell’American English si tende a preferire la prima versione, nel British English è più usata la seconda (che viene anche generalmente considerata più formale).

Have you got a pen? Can I borrow it? (Hai una penna? Posso prenderla in prestito?)

He really wants to move out but he hasn’t got a job yet. (Vorrebbe davvero andarsene di casa ma non ha ancora un lavoro.)

Haven’t you got a sister? (Non hai mica una sorella?)

nonostante esistano abbreviazioni, nel caso in cui il verbo sia usato come verbo principale esse non vengono quasi mai usate in una frase affermativa o negativa. Quindi, nonostante teoricamente esista la forma “you’ve five minutes”, non la si troverà quasi mai perché suona strana.

Forma negativa

Come rispondere alle interrogative con il verbo “to have”? Importante è ricordasi di ripetere sempre il verbo, alla forma affermativa o negativa. Inoltre, il “got” può essere usato nella domanda, ma non va mai inserito nella risposta.

 Do you have ten bucks? / Have you got ten bucks? Yes, I have. / No, I haven’t. (Hai dieci dollari? Sì, ce li ho. / No, non ce li ho.)

Quando usare il verbo “to have” come ausiliare?

Quando esso serve per creare forme composte di verbi sia alla voce attiva sia alla voce passiva, e perfino nelle forme progressive. In poche parole, esso diventa ausiliare quando va a formare il present perfect e il past perfect di altri verbi.

Present perfect simple

I have studied hard for this test. (Ho studiato molto per questo esame.)

She hasn’t studied enough for this test. (Non ha studiato abbastanza per questo esame.)

Have you studied enough for the test? (Hai studiato abbastanza per l’esame?)

Present perfect progressive

I have been studying hard for this test.(Sto studiando molto per questo esame.)

She hasn’t been studying enough for this test. (Non sta studiando abbastanza per questo esame.)

Have you been studying enough for the test? (Stai studiando abbastanza per l’esame?)

“Have to” usato per esprimere obbligazione.

La forma verbale “to have to do something” viene utilizzato per esprimere un obbligo (traducibile con il nostro “dover fare qualcosa”. In particolare, in questo caso si tratta di qualcosa che non dipende dall’individuo, ma un fattore esterno (un regolamento, ad esempio.)

I have to wear high heels at work. Ugh, I hate it! (Devo indossare i tacchi alti al lavoro. Cavolo, lo detesto!)

Schoolchildren have to wear a uniform in England. (I bambini inglesi devono mettere la divisa a scuola.)

 

 





Per salvare la lezione devi leggerla, il tempo stimato minimo di lettura è di circa 1 minuto. Mancano ancora: secondi.

Forum di inglese

Cerca nel sito

home





La pagina è stata elaborata in 27 millisecondi