Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. È possibile approfondire come usiamo i Cookie sulla nostra pagina dedicata e su come disinibire l'utilizzo dei cookie attraverso il browser.Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Preposizioni e avverbi di tempo

In lingua inglese, le preposizioni e gli avverbi di tempo sono per lo più preceduti dalle particelle "at" - utilizzata per indicare momenti e intervalli di tempo ben precisi; "in" - utilizzata con mesi, stagioni, anni e secoli, con alcune eccezioni; ed infine "on" - impiegata per lo più con le date e i giorni della settimana. Tra gli avverbi più utilizzati segnaliamo "after/before", "by", "in", "for" e "during".

Spiegazione grammaticale

Preposizioni & Avverbi di Tempo

AT

Si usa per indicare un orario ben preciso.

We’re supposed to meet Karl at 8.30. Play

Jamie wakes up everyday at 5.30 to go to the gym. Play

ATTENZIONE! Nonostante “at” si usi per indicare un orario preciso, nelle situazioni informali non viene utilizzato per porre la domanda. Quindi non diremo:

At what time are you leaving? Play

ma diremo:

What time are you leaving? Play

 At viene anche utilizzato per indicare periodi di vacanza.

I love spending time with my family at Christmas. Play

 Si usa anche per indicare dei momenti ben precisi della giornata.

He wakes up at dawn every morning to go for a run. Play

IN

Si usa per indicare lunghi periodi, mesi, anni, secoli.

Alexis’ mother was born in 1964. Play

Japan is a wonderful country – especially during cherry blossom season in April. Play

In (generalmente seguito dall’articolo “the”) si usa per indicare un momento vago della giornata. I woke up in the morning and decided to go to the lake. (Mi svegliai la mattina e decisi di andare al lago.)

ATTENZIONE! Abbiamo quindi detto che sia “at” sia “in + the” possono essere utilizzati per specificare parti della giornata.

Qual è, allora, la differenza tra i due? “At” viene usato in riferimento a momenti della giornata specifici e di brevi durata, come “dawn” (alba), “midday” (mezzogiorno), “midnight”. “In + the” precede invece momenti di durata lunga e il cui orario non è specifico, come “morning” (mattina), “afternoon” (pomeriggio) o “evening” (sera).

L’unica eccezione a questa regola è “night” (notte), che pur essendo un evento di lunga durata regge generalmente la preposizione “at” (si può dire “in the night”, ma in questo caso ci si riferisce ad una notte specifica).

Possiamo usare “in” per indicare quanto tempo ci vuole per compiere un’azione.

I’m almost done with my assignment. I will probably be home in about one hour. Play

Jamie is a very smart guy. He’s learned Portuguese in about three months. Play

ON

Viene usato in riferimento a date ben precise.

Katie and Tom got married on Sempember 20th, 1995. Play

Columbus arrived in the Americas on October 12th, 1492. Play

Si usa anche con giorni della settimana (al singolare se ci si riferisce ad una sola occasione, al plurale se è un’azione che si ripete.)

I’m meeting Susan on Friday to discuss our project. Play

We usually go to the movies on Fridays. Play

E’ possibile utilizzare “on” anche per ricorrenze particolari.

We went to the fun fair on my brother’s birthday. Play

My daughter wakes up at dawn on Christmas morning. Play

Quando possiamo omettere le preposizioni di tempo “at”, “in” e “on”?

Ci sono casi in cui le preposizioni di tempo vengono completamente omesse, essendo già implicite nella frase. Questo accade con:

espressioni come “all”, “any”, “each”, “every”, “last”, “next”, “one”, “some”, “that”, “this”.

Joe has a football match every Saturday. Play

I’m going to France next year to study at the Sorbonne. Play

avverbi di tempo come “yesterday”, “today”, “tomorrow”, “tonight”.

I saw Emma yesterday morning at the shopping mall. Play

Clara’s party is tomorrow night – I bet she’s excited! Play

AFTER

In italiano viene tradotto come “dopo”.

You can go play after you finish your homework. Play

AGO

Traducibile con “fa”, e viene utilizzato per indicare qualcosa che è accaduto nel passato.

My father opened his own restaurant two years ago. Play

BEFORE

Traducibile con “prima” o “già”.

Have you been here before? Play

BY

In italiano traducibile con “entro”.

Our teacher wants us to turn in our assignments by Monday. Play

DURING

Può essere tradotto con il nostro “durante”.

James sleeps during the day and works during the night. Play

FOR

È traducibile con il nostro “per”, e indica la durata di un periodo.

I’ve been living in the same city for the last twenty years. Play

UNTIL - TILL

“Until” e “till” hanno lo stesso significato, e vengono utilizzati allo stesso modo.

Amy wants to be a musician: she practices with her piano every day until late at night. Play

Come si creano gli avverbi in inglese

Gli avverbi di tempo in inglese sono tantissimi ed estremamente utilizzati. In linea di massima, per creare un avverbio in inglese è necessario aggiungere il suffisso –ly al corrispondente aggettivo o nome.

week – weekly Play

year – yearly Play

day – daily Play

Nel caso di “day”, terminante in “y”, perde l’ultima lettera e aggiunge “-ily”

--- PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ---

We use from - to + beginning and end of a period:

Last evening we watched TV from 5 to 8 o’ clock.





Per salvare la lezione devi leggerla, il tempo stimato minimo di lettura è di circa 1 minuto. Mancano ancora: secondi.

Forum di inglese

Cerca nel sito

home





La pagina è stata elaborata in 59 millisecondi